25 novembre 2019 – Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne

[arve url=”https://www.facebook.com/telejatoservizi/videos/434370450559708/” /]



In occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, Lunedì 25 Novembre 2019 si è tenuto nell’Aula Magna dell’Istituto d’Istruzione Superiore “O. M. Corbino” di Partinico un incontro finalizzato ad informare e sensibilizzare gli studenti   su un problema tanto grave quanto attuale.

All’incontro, organizzato dal prof. Mario Pitò, hanno partecipato la dott.ssa Valentina Di Liberto, responsabile della La Comunità Alloggio “Tartaruga”gestita dalla “Cooperativa Padre Pino Puglisi 3P”, la dott.ssa Leda Di Carlo, psicologa presso la medesima casa alloggio e la sig.ra Maria Rosa, vittima di violenza  ed ospite della Comunità “Tartaruga”.

I lavori sono stati introdotti dalla Dirigente Scolastica, prof.ssa Francesca Adamo, la prof.ssa Giusy Corso, docente di Diritto, ha moderato l’incontro.

Nei vari interventi è stato sottolineato che la violenza di genere non è solo sessuale o fisica, ma anche violenza psicologica, quest’ultima pur se meno evidente è ugualmente dannosa in quanto genera distruzione della personalità e dell’autostima.

La violenza non è solo un raptus ma è un circuito vizioso che si innesca nella relazione di coppia.

Ai primi segnali di un’affettività malata è fondamentale la presa di coscienza, da parte della vittima, che ha bisogno di aiuto ed è necessario che si rivolga alle strutture presenti nel territorio, come i Consultori Familiari, centri Anti violenza e Forze dell’Ordine.

La recente normativa in materia di prevenzione e repressione della violenza domestica e di genere mette a disposizione delle vittime strumenti efficaci.

L’ingresso in una Comunità come la Casa “Tartaruga”, sostiene la sig.ra Maria Rosa, è il primo passo per ricominciare a vivere, per riacquistare l’autostima e la fiducia in se stesse, le proprie risorse, per essere consapevoli del proprio valore.

La Sig.ra Maria Rosa ha portato la sua toccante esperienza di tanti anni di violenza subita nella speranza che di far cambiare il marito, convinta che sopportare era la cosa migliore per non creare traumi al proprio figlio.

Alle alunne dell’I.I.S. “O. M. Corbino” Maria rosa ha lanciato il seguente messaggio:

 la violenza non è amore, una relazione non può essere vera se non si basa sul rispetto,  non dovete  avere paura di chiedere aiuto e di denunciare il compagno violento!