18 febbraio – Convegno “Bullismo & Cyberbullismo”

Oggi presso l’IIS “Orso Mario Corbino” di Partinico, ha avuto luogo un importante convegno sui temi del Bullismo e del Cyberbullismo, promosso dai Lions Clubs International – Distretto 108 IB Sicilia, in collaborazione con la scuola ospitante, che ha fatto della lotta al Bullismo, in ogni sua forma, una delle attività principali della propria azione educativo-didattica.
All’incontro hanno partecipato le classi prime, seconde e terze dell’istituto, insieme ai loro docenti.
Ha aperto i lavori La D.S. Prof.ssa Francesca Adamo, che ha porto i saluti della Presidenza ai presenti e ha fatto una breve introduzione dell’argomento.
Sono intervenuti i seguenti relatori:
L’ing. Arch. Marinella Fiore, Presidente L.C. di Partinico; la Dott.ssa Letizia Strazzera, Psicopedagogista Osservatorio scolastico-Distretto 7; il Dott. Luigi Lombardo, Ispettore della Polizia di Stato; Avv. Antonella Grillo, legale, L.C. Partinico.
Gli interventi sono stati altamente qualificati ed hanno sottolineato gli aspetti salienti che caratterizzano il fenomeno Bullismo, in particolare nella sua accezione più subdola e preoccupante: il cyberbullismo.
Sono stati messi in evidenza gli aspetti educativi, psicologici e sociologici della problematica, in particolare, la Dott.ssa Strazzera ha parlato degli effetti devastanti del bullismo, che possono arrivare a spingere la giovane vittima a togliersi la vita ed ha sottolineato l’importanza di rivolgersi ed affidarsi alle figure adulte di riferimento (genitori, insegnanti, psicologi), per ricevere l’aiuto necessario.
Il Dott. Lombardo, ispettore di Polizia, ha parlato degli aspetti legati alla responsabilità penale dei minori e delle loro famiglie, in ordine alla legge 29 maggio 2017, n. 71, recante “Disposizioni a tutela dei minori per la prevenzione ed il contrasto del fenomeno del cyberbullismo”. L’esperto ha sottolineato come la responsabilità penale riguardi anche i minori sopra i quattordici anni, i quali sono considerati dalla legge come parzialmente responsabili degli atti delittuosi eventualmente commessi, perché ritenuti parzialmente capaci di intendere e di volere; pertanto punibili con la detenzione presso il carcere minorile. L’Avv. Dott.ssa Grillo ha testimoniato di essersi trovata spesso a difendere minori, autori di atti di bullismo e cyberbullismo ed ha precisato come, nella maggior parte dei casi, le famiglie e gli stessi ragazzi, non si rendevano conto della gravità degli atti commessi, asserendo che si trattava di uno scherzo: siamo di fronte all’assoluta mancanza di percezione del reato.
E’ stata altresì sottolineata la necessità di attivare una “strategia dell’attenzione” per aiutare i giovani a prendere coscienza del problema e di considerare necessario l’aiuto da offrire sia alla “vittima” che al “bullo”, da parte delle istituzioni, in nome della tutela dei minori, senza dimenticare l’aiuto da offrire alle famiglie che si rivolgono alla scuola per chiedere aiuto.
A tal fine, la Preside Prof.ssa Adamo, ha comunicato l’apertura di uno “sportello di ascolto” presso l’IIS Corbino, per la prevenzione del bullismo e di ogni forma di violenza, gestito dalla Funzione strumentale scolastica di riferimento.
L’auditorio tutto, docenti e studenti, hanno seguito con attenzione il convegno nell’ambito delle normali attività didattiche, dimostrando partecipazione ed interesse per gli interventi che si sono succeduti.